ilbolerodiravel.org

Gianni Ferracuti: Il negativo della modernità: Julius Evola visto da sinistra o l’invenzione del tradizionalismo

 

cropped-DSC_5822_1250x520.jpg

 

Gianni Ferracuti: Il negativo della modernità: Julius Evola visto da sinistra o l’invenzione del tradizionalismo, Meriterránea, Centro di Studi Interculturali, Dipartimento di Studi Umanistici, Università di Trieste 2015

 

“Io capisco che, dato ad esempio il cattolicesimo, vi possa essere un tradizionalista cattolico, così come nell’islam esisterà un tradizionalista musulmano, nell’ebraismo un tradizionalista ebreo, e così nel buddhismo e in qualunque altra tradizione religiosa. Ciascuno di questi tradizionalisti, all’interno della propria religione, sarà portato a dare il massimo rilievo ai suoi elementi originari, svalutando innovazioni o contaminazioni con altre culture, che ne altererebbero la purezza. Questo, appunto, mi rende difficoltoso capire che cosa sarebbe una «cultura tradizionale», intesa come ambito in cui collocare tutti quei tradizionalisti sopra elencati, ciascuno dei quali troverebbe gli altri incompatibili con la propria visione del mondo.”

 

Modernità di Evola, pp. 7-64

Oltre Evola, oltre Guénon. Metafisica e ontologia, pp. 65-77

Cavalcare la tigre: la tradizione nell’epoca del nichilismo, pp. 78-83

L’Operaio di Ernst Jünger, pp. 84-88

Archi e anarchi. Appunti su Ernst Jünger, pp. 89-111

Il guerriero stanco: l’anarca di Jünger e l’anarchia senza rivoluzione, pp. 112-117

Evola, Jünger e il realismo sociale, pp. 118-135

L’invenzione del tradizionalismo, pp. 136-155

Studi Interculturali: Manifesto editoriale, pp. 156-163

 

Disponibile nel Bookshop

Segui “Studi Interculturali” su Facebook per essere aggiornato sui nuovi fascicoli

IL BOLERO DI RAVEL
EBOOK

Lascia un commento