In occasione del centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini (Bologna, 5 marzo 1922 – Roma, 2 novembre 1975), il Palaexpo di Roma, le Gallerie Nazionali di Arte Antica e il MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo celebrano la figura del regista, scrittore e artista con un progetto espositivo coordinato in tre mostre dal titolo: Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO.

Il progetto ha come punto di partenza il tema della corporeità e intreccia discipline, media, opere originali e documenti di archivio secondo tre direttrici autonome, specifiche per ogni sede, ma concepite per potersi integrare allo scopo di sollecitare riflessioni inedite sulla produzione pasoliniana, sull’influenza culturale che ha esercitato e ancora esercita sullo sguardo di chi la osserva dal XXI secolo.

Il titolo comune, Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO, è ispirato alla frase pronunciata dal saggio Chirone nel film Medea (1969), a evocare la misteriosa sacralità del mondo: il mondo arcaico, religioso, del sottoproletariato, un mondo senza classi e senza appartenenze ideologiche, in opposizione a quello della modernità ordinato secondo i principi razionali, laici, borghesi.

(immagine in evidenza: Alberto Moravia, Dacia Maraini, Pier Paolo Pasolini, Maria Callas | Polaroid. Archivio Fotografico di Dacia Maraini, tratta da palazzoesposizioni.it)

Informazioni e prenotazioni: palazzoesposizioni.it

Film di Pasolini su Amazon

Scritti di e su Pasolini su Amazon

PROGRAMMA UN SOGGIORNO DI ARTE E GASTRONOMIA CON hotelscombined.it

 

 

Ti potrebbe piacere: